REBELLIN, PUNTO E A CAPO

Posted: November 16, 2012 in Uncategorized

di EROS MACCIONI

by on nov.15, 2012, under NEWS DAL CICLISMO

dal sito di UCR ROMANO

A 41 anni Davide Rebellin indossa la sua nuova divisa arancione con l’orgoglio di un ragazzino reclutato dalla squadra del paese. E’ l’entusiasmo di chi ha voltato pagina, e ora riparte con il contachilometri azzerato verso un nuovo team e una nuova vita. La formazione polacca CCC gli ha offerto la possibilità di disputare la sua ventunesima stagione da professionista. E’ una squadra semisconosciuta, ma lo ha cercato prima che il ciclomercato chiudesse le porte,  non a stagione avviata come gli era successo negli ultimi due anni. Ha creduto in lui.

Rebellin guarda avanti e solo avanti. Al suo fianco non c’è più la moglie-manager degli anni più luminosi e più bui della sua carriera, i suoi sorrisi sono per Francoise, il suo nuovo focolare è a Montecarlo, e da lì manda segnali di serenità. Lui che ha sempre fatto della riservatezza una bandiera, fa punto e a capo col passato anche grazie a un nuovo sito internet. Rebellin, nell’ambiente “il chierichetto”, si è costruito il suo confessionale, dal quale parla a cuore aperto: “Grazie alle esperienze maturate in questo tormentato periodo, ho aperto gli occhi su cose che prima non vedevo –  scrive ai suoi tifosi, che continuano ad incoraggiarlo da ogni parte del mondo -. Ho pedalato come non mai, ma ho anche intrapreso una strada del tutto nuova, scorgendo la vita da una prospettiva inedita. Ciò mi ha consentito di scoprire l’uomo che sono e che non conoscevo, a cui non volevo dare spazio né importanza, permettendo solo al ciclista di vivere. Oggi riesco invece a liberare le mie emozioni e i miei sentimenti, rimasti rinchiusi dentro di me. Ora permetto loro di esprimersi e liberarsi, di vivere! Negli ultimi anni, grazie anche alle persone care, mi sono finalmente riconciliato con me stesso.  Ho scoperto l’importanza di ascoltarmi e di ascoltare le persone giuste – scrive Rebellin nel suo sito -, ho guardato avanti e ricomposto il puzzle, seguendo il mio istinto senza più celare un mio lato.  Questa riconciliazione mi ha dato, e mi da tuttora, una consapevolezza nuova: mi sento più forte, non più uomo a metà  (solo  ciclista), ma ciclista in primis uomo. Ho scoperto l’importanza di volermi bene”.

La sua lettera aperta è sovrastata da una scritta: “Qualunque cosa accada, qualunque cosa succede intorno a te, non darti mai per vinto”.

Il manifesto della rinascita atletica e spirituale di Rebellin è musica per i suoi fans. La benedizione arriva via facebook firmata da Ilario: “Bentornato orgoglio leoniceno!”.

e.m.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s